lunedì, novembre 13, 2006

Causa le vicende alterne (non così alterne, a dire il vero, anzi piuttosto inamovibili da quella certa percentuale di sfiga assicurata) delLa Casa e l'Irlanda così lontana, ultimamente sono talmente spossata che la mia insonnia storica è stata sostituita da fulminee narcosi. I primi giorni di sonno pensavo di essere più serena e di non essermene accorta, non avvisandone i sintomi, ma poi ho cominciato a sognare uomini che mi tagliuzzavano le braccia con coltellini svizzeri (no, non proprio. era una coltello da caccia, di quelli con il manico in corno misto a qualche conifera), quindi presumo che la diagnosi fosse affrettata.

posted by frammento at 08:35  0 commenti